Tag

, , , ,

Il giradischi diffondeva le placide e toccanti note di Silent Night.
La bimba era nascosta nell’armadio. Dalla sua postazione, attraverso i listelli inclinati dell’anta, riusciva a vedere gran parte della sala, nonostante questa fosse illuminata soltanto dalle luci pulsanti del presepio allestito sul davanzale.
Dall’albero rovesciato a terra una mano contorta e cerea spuntava tra i rami ricoperti di palline e strisce argentate.
La pendola, guarnita di ghirlande e campanelli, emise un rintocco proprio mentre la testina di lettura giungeva alla fine del disco, continuando a produrre solo un sordo ronzio. Uno schizzo di un rosso purpureo insozzava il quadrante dell’orologio e nascondeva la lancetta più corta.
Un’ombra si mosse e una lama insanguinata baluginò, riflettendo le luci intermittenti.
La porta del nascondiglio si aprì di scatto e una grossa mano afferrò la piccina per la caviglia, mentre lei cercava di divincolarsi e fuggire.
“Babbo Natale è arrivato!” cantilenò una voce sommessa.

Questa è la mia scheggia che, insieme ad altre 99, è stata inserita nella raccolta “Schegge per un Natale horror 2015” del sito Letteratura Horror. Criteri di scelta erano una Natale declinato in versione horror e che il racconto contasse al massimo 1000 battute – una versione in cui ho sempre sognato di cimentarmi anche se avrei preferito qualche battuta in più.

Per chi fosse interessato alle altre interpretazioni:

http://www.letteraturahorror.it/83-schegge-per-un-natale-horror-2015/2403-schegge-per-un-natale-horror-2015-acquista-l-antologia-in-ebook.html

Cartaceo: http://www.lulu.com/shop/autori-vari/schegge-per-un-natale-horror-2015/paperback/product-22524483.html

Cover Adriano Petrucci

P.s.: la copertina allegata è stata creata appositamente per l’antologia da Adriano Petrucci.

 

Annunci